La Biblioteca Internazionale

Home / Fondazione Tancredi di Barolo / La Biblioteca Internazionale

La Biblioteca Internazionale di Letteratura Giovanile si è costituita a partire dalla collezione pervenuta in donazione al momento della nascita della Fondazione, e ne costituisce il patrimonio. Comprende circa 20.000 volumi, libri scolastici e di amena lettura, dal 1678 (data di un’edizione del Comenius) agli anni ’60 del Novecento, periodici e testi di consultazione.
Al suo interno sono presenti sezioni dedicate a materiale scolastico, parascolastico, pedagogico, didattico, educativo e sezioni inerenti a materiali di amena lettura, sia italiani sia stranieri. Tra le molteplici aree tematiche emergono quelle incentrate sui grandi personaggi e autori della letteratura per l’infanzia (Alice, Grimm, Andersen e altri) e quelle dedicate alle singole case editrici o alle principali collane per ragazzi. Particolarmente rilevanti sono il fondo dedicato a Pinocchio e alle “Pinocchiate” e il fondo salgariano di letteratura avventurosa e popolare. Esistono inoltre sezioni specifiche, dedicate a temi quali la divulgazione musicale e la divulgazione scientifica. A queste si affianca un repertorio di consultazione e studio di circa settecento volumi contemporanei, italiani e stranieri, riguardanti la storia della pedagogia e della scuola e la storia della letteratura e dell’illustrazione per l’infanzia, con raccolte bibliografiche specializzate.

I materiali sono solo in parte inventariati e schedati su SBN, grazie a contributi della Regione Piemonte e del MIBACT.

Tra le donazioni pervenute dopo l’avvio della Fondazione nel 2001 ricordiamo il fondo librario proveniente dalla Biblioteca dei Fratelli delle Scuole Cristiane e il fondo di amena lettura proveniente dalla Biblioteca del Seminario di Torino.

Nel 2015 è pervenuto in donazione l’Archivio Storico Famiglia Vigliardi Paravia, la cui parte libraria comprende 6500 volumi scolastici e di amena lettura dal primo Ottocento a fine Novecento, numerosi periodici e una straordinaria collezione di circa 350 cataloghi della nota casa editrice torinese. In occasione della donazione è stato ricostruito – all’interno delle sale della Biblioteca – lo studio di Innocenzo Vigliardi Paravia, in cui sono stati collocati i materiali più preziosi del fondo donato accanto a quelli precedentemente presenti in Fondazione.

La Biblioteca si propone di conciliare le esigenze di conservazione e fruibilità dei fondi librari (di natura essenzialmente specialistica) con quelle di valorizzazione e visibilità per il grande pubblico e persegue tale obiettivo instaurando uno stretto nesso con le altre due emanazioni della Fondazione Tancredi di Barolo: l’Archivio e il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia.